Considerazioni di fine anno

La fanno tutti, perché io no? Il 2010 è sicuramente stato un anno di grosse soddisfazioni, sia nel campo universitario sia in quello fotografico. Nel primo caso ho avuto il piacere di studiare e analizzare problemi cosmologici certamente nuovi (almeno per me) e mettermi alla prova come “calcolatore”. Ad esempio, sfruttando le proprietà di una funzione, calcolando la derivata di un’altra funzione e cose così, sono riuscito a portare avanti dei calcoli che altrimenti non sarei mai riuscito a fare analiticamente. Forse la mia furbata è un metodo consolidato e generalmente adottato dalla comunità scientifica per questo genere di calcoli. Ma cosa volete che vi dica? Almeno, per me, è stato utile viste le semplificazioni che ha portato. Ho quindi imparato cose nuove e termini e concetti come genus, funzionali di Minkowski, contour-crossing, eccetera, che prima ignoravo, nel senso che non sapevo esistessero. Il tutto si è concluso il 15 ottobre con un bel risultato: un foglio che dice che sono Dottore Magistrale in Astronomia. Not bad.

Anche nell’ambito fotografico il 2010 è stato un anno gratificante. Partendo dalle pubblicazioni su diversi fronti (siti web, collaborazioni con aziende, pubblicazioni sull’Agenda CAI, eccetera), passando per essere diventato membro e socio del bel fotoclub effemme, fino ad arrivare all’upgrade del corredo dal formato ridotto APS-C al 35mm full frame. Ma soprattutto nel 2010 c’è stato il mio passaggio definitivo alla fotografia di paesaggio. Paesaggio naturale, s’intende. Delle numerose escursioni fotografiche sulle Dolomiti, mi porto a casa una conoscenza ancora più buona di quei luoghi ma più che altro la comprensione che dietro ad un bel paesaggio montano ripreso al tramonto o all’alba ci sta una preparazione minuziosa: lo studio della location e della luce che colpisce le pareti delle montagne, l’orario migliore e tutto ciò che ne consegue, la pura tecnica fotografica e l’uso dei filtri per ottenere il massimo già in fase di scatto, solo per menzionare alcune cose.

Posso dunque ritenermi complessivamente soddisfatto di questo anno appena trascorso. Per quanto riguarda l’anno che viene, il 2011, ho diverse cose in testa. Parlando del delicato argomento “lavoro”, sto valutando seriamente di tornare sugli articoli, sui libri insomma, ed elaborare un progetto di ricerca, ovviamente restando nell’ambito dei miei studi, ovvero cosmologia teorica. Ci sarà da lavorare molto, da studiare ancora di più e applicarsi forse ancora più di quanto fatto per la tesi. Ma ho già in mente qualche linea guida che, durante queste feste, cercherò di formalizzare, dando un aspetto più consistente al progetto. Per quanto concerne il campo fotografico, ho intenzione di dedicarmi con più serietà alla fotografia paesaggistica, compatibilmente con gli altri impegni. Cercherò di continuare anche il mio “progetto Venezia”, che ho in cantiere da aprile e che è fermo da quel dì, causa anche la fissazione che mi è presa l’estate per i laghetti dolomitici.

Colgo pure l’occasione per fare un sincero augurio di Buone Feste a tutti coloro che capiteranno in questa pagina, dandovi appuntamento a gennaio 2011 con altri spunti di riflessione, sia scientifica che fotografica.

Marco

Annunci

2 Risposte to “Considerazioni di fine anno”

  1. francesco Says:

    mi piace questo bilancio! Auguroni anche a te!

  2. Matteo Says:

    Innanzitutto complimenti per la laurea! Ma che è questo Progetto Venezia???
    Auguroni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: