Novità e test sul rumore

In questi mesi di assenza forzata dalle scene montanare, ci sono state un paio di news che hanno toccato da vicino il mio corredo fotografico e che quindi vado ad illustrarvi.
Come prima cosa, cronologicamente, ho cambiato la testa del mio cavalletto Manfrotto 190XProB: sono passato dalla testa a tre movimenti con piastra per aggancio rapido 804RC2 alla testa a sfera 498RC2 (grazie agli amici per il bel regalo), sempre con piastra ad aggancio rapido. Questa testa non l’ho ancora provata come si deve, ma un paio di uscite le ho fatte (una sulle Pale di San Martino a fine ottobre e una sui Brent del Art qualche settimana fa). Sulle prime, comunque, mi è sembrata un’ottima testa, molto versatile e decisamente più rapida da usare rispetto alla 804RC2. Spero di metterla presto sotto pressione per un bel test sul campo approfondito.
La seconda novità riguarda il fatto che ho venduto (quasi) tutto il mio corredo Canon: dalla amata 350D, passando per il teleobiettivo 55-250mm IS, fino ad arrivare al grande Sigma 10-20mm HSM, sicuramente l’ottica che ho più apprezzato per le estreme possibilità creative. Ci si chiede quindi perché mi sia preso il matto da vendere tutto. Effettivamente l’idea mi balenava in testa da diversi mesi: avevo in mente il tarlo del full frame, per tutta una serie di motivi. Innanzitutto avere un corpo migliore rispetto alla plasticosa 350D e in secondo luogo avere una macchina che rispondesse alle mie esigenze, ora che ho trovato il mio genere fotografico – il paesaggio. Di conseguenza non mi servono autofocus estremamente rapidi e precisi, o una raffica paurosa. Tutto quello che mi serve è un sensore con una gamma dinamica tale da poter catturare tutte le tonalità della scena e, soprattutto, capace di offrirmi con le lenti giuste una nitidezza superiore. Inoltre, una macchina con molti megapixel sarebbe stata senz’altro una scelta sbagliata per il semplice fatto che avrei dovuto cambiare anche il computer!
La scelta è ricaduta sulla gloriosa Canon EOS 5D che, per forza di cose, avrei dovuto acquistarla usata. Dopo diverse trattative sono riuscito a trovare un esemplare con pochissimi scatti (7000!) ad un prezzo ragionevole: non ho quindi esitato a recarmi a Bologna per l’acquisto.

Tuttavia in questi giorni il tempo non mi permette di uscire per fare un po’ di foto e provare questa fantastica macchina. Per ora uso solo il 50mm f/1.8 ma ho già da parte il gruzzolo per l’ottica che merita la macchina. In ogni caso, visto che parliamo di un sensore full frame da 12 megapixel e rotti, ho fatto alcuni test atti a vedere come si comporta la 5D nei confronti del rumore, andando ad aumentare gli ISO.

Come ho fatto il test

Dal momento che volevo avere un’idea di come si comporta la macchina con il variare dell’ISO, ho inquadrato una zona di camera mia dove erano presenti sia luci sia ombre sia colori diversi fra di loro – la classica libreria! Ecco di seguito le impostazioni di base e comuni di tutte le foto.

Modalità di scatto: Av
Diaframma: f/8
Modo esposizione: valutativa
Qualità: RAW
Bilanciamento del bianco: AWB
Macchina in bolla su cavalletto
Blocco specchio con autoscatto 2 secondi
Picture style: neutro
Messa a fuoco: AF con punto centrale sulla scimmia 🙂

Ho scattato una foto per ogni valore ISO (con 1 stop di differenza tra l’uno e l’altro) usando anche le espansioni. Quindi gli intervalli ISO sono: 50, 100, 200, 400, 800, 1600, 3200. Ho poi fatto anche una simulazione di un ISO 6400: ho scattato a ISO 3200 sottoesponendo di 1 stop e poi riportato l’esposizione a 0 al computer.
I RAW sono poi stati importati in Digital Photo Professional e ho regolato il bilanciamento del bianco su una temperatura colore di 3000 K per tutti gli scatti. Ho poi fatto un crop al 100% di ogni scatto al centro, comprendente la zona di messa a fuoco e dintorni. Non sono andato a selezionare i bordi perché ovviamente è una prova del rumore e non della qualità dell’ottica. L’unica regolazione, comune a tutti RAW, è stata appunto quella del bilanciamento del bianco: non ho toccato nitidezza, contrasto, saturazione ed altre cose. La versione di Digital Photo Professional è l’ultima disponibile, la 3.9.2.
Questa la foto intera, ridimensionata a 1000 px di lato lungo, relativa al primo scatto a ISO 50.

Canon 5D con 50mm f/1.8 – ISO 50

Risultati


Canon 5D – ISO 50 – 10″


Canon 5D – ISO 100 – 5″


Canon 5D – ISO 200 – 2″.5

 

Canon 5D – ISO 400 – 1″.3

 

Canon 5D – ISO 800 – 0″.6


Canon 5D – ISO 1600 – 0″.3

 

Canon 5D – ISO 3200 – 1/6

 

Canon 5D – ISO 6400 simulato – 1/13

Come si nota, il rumore è praticamente inesistente fino a ISO 400. A ISO 800 inizia a farsi vedere ma non è assolutamente  fastidioso. A ISO 1600 si nota un po’ di più e si ha una leggerissima perdita di dettaglio. La situazione peggiora notevolmente a ISO 3200: qui le zone con colori scuri mostrano una granulosità evidente. L’ISO 6400 l’ho messo per puro riferimento alle fotocamere di adesso: effettivamente il peggioramento rispetto, ad esempio, a ISO 1600 è davvero notevole e il dettaglio quasi sparisce. Tuttavia ritengo che in situazioni critiche è possibile scattare a ISO 3200 e portare a casa comunque qualcosa di buono, soprattutto se si va a stampare in formati non esageratamente grandi.

In conclusione
Concludendo, questa Canon EOS 5D sebbene abbia già diversi anni (è uscita nel 2005) si comporta decisamente meglio della coetanea ma totalmente diversa 350D. Questo test, comunque, lascia il tempo che trova dal momento che io, facendo foto a paesaggi e tipicamente con l’uso del cavalletto e accessori vari, difficilmente andrò a scattare con ISO superiori a 400. In casi di emergenza, comunque, so che posso contare con un signor sensore che mi può garantire risultati perfetti fino a ISO 1600 senza perdere praticamente nessun dettaglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: